Dott.ssa Patricia Cecchi

Botox tossina botulinica

Il botox è tossina botulinica di tipo A purificata che iniettata provoca il blocco dell'impulso nervoso ai muscoli.

Il botox è quindi utilizzato in chirurgia estetica per eliminare le rughe d'espressione, provocate dalla contrazione dei muscoli mimici, ovvero le rughe tra le sopracciglia, le rughe interciliari e le le “zampe di gallina”.

Possono essere trattati con la tossina botulinica i seguenti inestetismi e patologie:

  • rughe frontali (rughe orizzontali della fronte)
  • rughe interciliari
  • rughe delle labbra (intorno alla bocca)
  • rughe e solchi glabellari (tra le sopracciglia)
  • lifting del sopracciglio non chirurgico
  • strabismo
  • blefarospasmo
  • distonia cervicale
  • disturbi della deglutizione
  • spasmo muscolare da paralisi cerebrale
  • disordini del movimento (spasticità)
  • zampe di gallina (rughe intorno agli occhi)
  • rughe di espressione
  • ringiovanimento del viso ad effetto lifting
  • iperidrosi (eccessiva sudorazione)
  • cefalee croniche da tensione

Indicazioni per trattamento con botox
Il botox può ridurre ed eliminare le rughe di espressione causate da un uso continuo dei muscoli mimici della fronte, ad esempio dal corrugare le sopracciglia o arricciare il naso, oppure avere un’espressione corrucciata e preoccupata, ma non è efficace per quanto riguarda rughe molto profonde e solchi della pelle causate dall'invecchiamento cutaneo.

Come avviene il trattamento
Il trattamento avviene ambulatorialmente, senza ricovero e senza anestesia, e solitamente dura 15-20 minuti.
La tossina botulinica viene iniettata con una piccola siringa all'interno dei muscoli mimici, ovvero di quelli che originano le rughe d’espressione.
La dimissione e la ripresa di tutte le normali attività è immediata.

Durata dei risultati
Le iniezioni di Botox danno risultati apprezzabili dopo circa 2-5 giorni dal trattamento, (rilassamento del muscolo corrugatore) ma raggiungono la massima efficacia dopo un mese.
I risultati sono duraturi per altri 4-5 mesi, per poi scomparire gradualmente.

Possibili complicanze
Gli effetti collaterali e le possibili complicanze sono rappresentati da rare reazioni allergiche e ptosi o abbassamento della palpebra superiore.